Se sono disponibili aggiornamenti per il tuo driver audio, potrai scaricarli e installarli da qui. Dopo aver immesso i dettagli della scheda audio potrai scaricare il driver corretto e aggiornato. Fai clic su Controller audio, video e giochi, quindi fai clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda audio e scegli Proprietà.

Cercare gli aggiornamenti dei driver da soli può essere fastidioso, ma non è un’impresa impossibile. È possibile che la tua scheda audio supporti l’aggiornamento automatico del driver, ma in caso contrario non dovresti avere problemi a scaricare il driver più recente dal sito Web del produttore. È la scheda audio a gestire tutti i suoni emessi dal tuo PC, ma il driver della scheda audio è un piccolo software che ne regola il funzionamento.

È Sicuro Attivare Windows 10 Utilizzando CMD?

Se si utilizza un account Microsoft, non è possibile rimuovere la password. Il PIN per l’account è configurato ed è possibile utilizzarlo per effettuare l’accesso. Un PIN per l’account di Windows 10 sostituisce le password riutilizzabili con una combinazione di un dispositivo specifico e di un PIN. Inserire la nuova password, quindi digitarla di nuovo per confermarla. Se la password è stata inserita in modo errato, viene visualizzato un messaggio che segnala che la password non è corretta.

  • Una volta effettuati tutti i passaggi, attendi che la procedura per scaricare l’ISO di Windows 10 venga portata a termine.
  • In primo luogo, richiama l’Editor del registro di sistema facendo clic sul pulsante Start posto nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, digitando regedit nel campo di ricerca visualizzato e facendo clic sul suggerimento pertinente.
  • Piuttosto che utilizzare il login automatico in Windows 10 e, di conseguenza, eliminare completamente la richiesta della password, il nostro consiglio è quello di servirsi del PIN o del login grafico.
  • Se hai il masterizzatore DVD rotto o il tuo computer non è dotato di unità ottica, puoi copiare i file di Offline NT Password & Registry Editor anche su una chiavetta USB.

In questi casi occorre eseguire il ripristino alle condizioni di fabbrica secondo la procedura del produttore, a meno che non si voglia utilizzare una licenza di tipo retail o aziendale e allora si può operare come descritto sopra. Installazione pulita ovvero creando da zero le partizioni sull’unità di destinazione. A differenza delle altre 2 installazioni questa va obbligatoriamente eseguita all’avvio del dispositivo, utilizzando un supporto di installazione di Windows 10. A meno che non la si esegua volutamente e manualmente prima di proseguire la procedura, l’installazione pulita non effettua la formattazione dell’unità .

PRO

Durante la procedura di configurazione iniziale puoi regolare varie impostazioni di Windows 10 in maniera molto dettagliata, ma se vuoi velocizzare tutta la procedura pigia sul pulsanteUsa impostazioni rapide. In questo modo verranno utilizzate le impostazioni predefinite e non dovrai perdere tempo con la configurazione del sistema operativo, dovrai solo associare il tuo account Microsoft a Windows . Tieni conto che nel caso in cui tu abbia scelto di aggiornare a Windows 10 tramite chiavetta USB quest’ultima dovrà avere una capienza pari almeno a 8 GB. Nel caso in cui tu abbia scelto di aggiornare a Windows 10 tramite file ISO ti suggerisco invece di leggere la mia guida su come masterizzare file ISO per scoprire come fare per creare un DVD di installazione del sistema operativo.

Quindi, “Current Branch” è ora noto come “Canale semiannuale ” e “Current Branch D WAV drivers for Business” per un’ampia distribuzione è ora definito “Canale semiannuale”. La versione Windows Insider Preview di Windows 10 si aggiornava automaticamente alla versione pubblica come parte della progressione della versione e continua ad essere aggiornata alle nuove build beta, come durante il processo di test. Windows 10 incorpora una tecnologia di autenticazione a più fattori basata su standard sviluppati dalla FIDO Alliance. Il sistema operativo include un supporto migliorato per l’autenticazione biometrica tramite la piattaforma Windows Hello. I dispositivi con telecamere supportate (che richiedono l’illuminazione a infrarossi, come Intel RealSense) consentono agli utenti di accedere con iris o riconoscimento facciale, in modo simile a Kinect.